262 – Il fiume Eufrate prosciugato: L’attacco ai negazionisti del covid?

Chi segue questo blog sa che ci troviamo nei sette anni indicati dalla Bibbia con i sette tempi. Si tratta di un lungo periodo che culminerà con la distruzione delle religioni. Ci troviamo ora alla fine del quinto anno. Secondo quanto viene descritto dal libro di Rivelazione a ciascun anno corrisponde una piaga, una delle sette trombe o delle sette coppe che descrivono, anno per anno, gli accadimenti di questo periodo di tribolazione. Il quinto anno prevede il primo guaio: le locuste che per cinque mesi tormentano gli uomini. Abbiamo collegato queste locuste con la coda di scorpione velenoso con il coronavirus.

Con il coronavirus si è evidenziata infatti la sottomissione della attività religiosa a quella governativa. Si è resa manifesta l’interruzione del sacrificio continuo predetta da Daniele con l’ingresso della bestia selvaggia in un luogo santo. (Daniele capitolo 8).

Vediamo ora di chiarire meglio cosa potrebbe accadere l’anno prossimo con il secondo guaio o la sesta tromba del sesto anno dei sette tempi. Sappiamo che il sesto anno vedrà l’attacco di Gog di Magog di cui si parla in Ezechiele 38 e 39 e che corrisponde all’attacco della cavalleria di 200 milioni di cui si parla in rivelazione 9 o il terremoto di rivelazione 11. Sarà un attacco contro i veri cristiani che verranno cacciati dalle religioni.

E’ interessante come descrive l’avvenimento Rivelazione 16: 12 dove si parla della sesta coppa: “E il sesto versò la sua coppa sul gran fiume Eufrate, e la sua acqua si prosciugò, affinché si preparasse la via ai re provenienti dal sol levante.” In questo capitolo di Rivelazione il terremoto viene menzionato come successivo al suono della settima tromba (Rivelazione 16:18). Sembrerebbe quindi che la fase di attacco contro i veri cristiani si protrarrà nel tempo.

Ci chiediamo comunque cosa significhi il fatto che le acque dell’Eufrate si prosciugheranno. Per capire bisogna procedere al versetto 15 del capitolo 17 dove leggiamo: “E le acque che hai visto, dove la meretrice siede, significano popoli e folle e nazioni e lingue.” Ai tempi della distruzione di Babilonia da parte di Ciro il persiano, l’esercito che attaccava costruì una diga a monte in modo da deviare il corso del fiume. La principale protezione di Babilonia, che si trovava proprio in mezzo al fiume, venne così a mancare.

Le acque di protezione dell’attuale Babilonia sono le persone, le folle che fanno parte di queste religioni che verranno presto distrutte. L’attacco di Gog di Magog e il conseguente terremoto produrrà quindi l’uscita di un gran numero di persone dalle religioni, che quindi si ritroveranno senza la protezione dei popoli costituenti il gran fiume Eufrate. Gog di Magog è un’entità politica (massonica) infiltrata nelle religioni e che farà in modo che le religioni stesse attacchino i loro membri favorendone la fuoriuscita e l’allontanamento.

Babilonia viene correttamente descritta al versetto 6 del capitolo 17 di Rivelazione “ubriaca del sangue dei santi e del sangue dei testimoni di Gesù”. Babilonia procede, su stimolo di Gog di Magog all’uccisione dei santi e dei testimoni, cioè alla loro cacciata, ma facendo questo segna la sua fine perché rimane senza protezione per l’avanza dei re provenienti dall’oriente, e cioè il montone della media Persia o il nostro Ciro-Trump, che sarà fresco di nuova elezione nel novembre 2020.

Quale sarà il motivo scatenante questo attacco? Posso solo fare delle supposizioni. Tutta la farsa del Corona virus è stata fatta male. Moltissimi sono coloro che si sono accorti che c’è qualcosa che non va e i complottisti e negazionisti sono ormai diventati milioni in tutto il mondo. Non si è trattato infatti di un inganno come quello della Terra globulare che ha resistito per secoli prima del definitivo sbugiardamento. L’inganno del covid è invece apparso da subito come dannatamente imperfetto e molte persone non si sono lasciate menare per il naso dalla pantomima.

Mi chiedo dunque: “perché creare volutamente un esercito di negazionisti? Perché creare una storia falsa in modo così evidente?”. Uno stuolo di negazionisti diventano facilmente l’obiettivo delle religioni che verranno obbligate ad attaccare i negazionisti. Le religioni infatti, per poter riprendere completamente le proprie attività avranno bisogno del vaccino, o comunque di una attestazione delle autorità che diranno che ci sono le condizioni per riprendere. I negazionisti saranno un’ostacolo.

Con la scusa dunque di agire per la protezione della salute e della vita di tutti, i negazionisti verranno cacciati. Rimarrà così via libera per l’attacco finale della bestia selvaggia contro Babilonia.

Naturalmente sono supposizioni, ma voi che ne dite? Se avete delle idee provate a dirmele nei commenti. 6

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...