227 – L’uomo dell’illegalità

Abbiamo già menzionato il libro di Tessalonicesi negli ultimi articoli in relazione alla dichiarazione di pace e sicurezza che precederà la distruzione della falsa religione. Tessalonicesi ci dà però l’occasione per continuare la nostra descrizione del re del sud, questa organizzazione che viene descritta in Rivelazione 13 come una bestia bicorne che ordisce inganni affinché le persone adorino la bestia selvaggia, cioè l’impianto politico che domina e governa sul mondo.

in 2 Tessalonicesi capitolo 2 si parla di una nuova entità, che però non è altro che il Re del sud di cui abbiamo già più volte parlato. Si tratta dell’uomo dell’illegalità che viene messa in relazione con l’apostasia che si sarebbe manifestata ai giorni della presenza del Signore Gesù Cristo.

Riporto di seguito i versetti che ci interessano per andarli poi a commentare nelle parti più importanti: “Comunque, fratelli, riguardo alla presenza del nostro Signore Gesù Cristo e al nostro radunamento presso di lui, vi preghiamo di non essere presto scossi dalla vostra ragione né di eccitarvi sia per un’espressione ispirata che per un messaggio verbale o per una lettera come se [venisse] da noi, secondo cui il giorno di Geova sia venuto. Nessuno vi seduca in alcuna maniera, perché esso non verrà se prima non viene l’apostasia e non è rivelato l’uomo dell’illegalità, il figlio della distruzione. Egli si pone in opposizione e s’innalza al di sopra di chiunque è chiamato “dio” o oggetto di riverenza, così che si mette a sedere nel tempio del Dio, mostrando pubblicamente di essere un dio. Non ricordate che, mentre ero ancora con voi, vi dicevo queste cose? E ora sapete ciò che agisce da restrizione, in vista della sua rivelazione al proprio tempo stabilito. Infatti, il mistero di questa illegalità è già all’opera; ma solo finché colui che ora agisce da restrizione non sia tolto di mezzo. Allora, in realtà, sarà rivelato l’illegale, che il Signore Gesù sopprimerà con lo spirito della sua bocca e ridurrà a nulla mediante la manifestazione della sua presenza. Ma la presenza dell’illegale è secondo l’operazione di Satana con ogni opera potente, e segni e portenti di menzogna, e con ogni ingiusto inganno per quelli che periscono, come retribuzione perché non hanno accettato l’amore della verità per essere salvati. E per questo Dio lascia andare da loro un’operazione di errore, perché credano alla menzogna, affinché siano tutti giudicati perché non hanno creduto alla verità ma hanno preso piacere nell’ingiustizia.”

Analizziamo questi versetti punto per punto in modo da vedere le analogie tra l’uomo dell’illegalità e la bestia bicorne. Si inizia parlando di espressioni ispirate ingannevoli e, in questo l’uomo dell’illegalità è messo in relazione con il falso profeta e con la bestia che ordisce piani per ingannare anche gli eletti ci ricorda Gesù. L’avvertimento è quindi quello di non prestare attenzione a falsi avvertimenti, cioè ai falsi Cristi di Matteo 24.

Si avverte quindi che, in realtà, il giorno di Geova non verrà se prima non si siano presentati e manifestati l’apostasia e l’uomo dell’illegalità. Questa espressione ha portato erroneamente i Testimoni di Geova a credere che l’uomo dell’illegalità sia comparso con l’apostasia subito dopo la morte degli apostoli che agivano da contenimento. Identificano dunque l’uomo dell’illegalità con la cristianità che ha agito in modo da deviare la pura adorazione arrivando ad una falsa religione progettata dal Consiglio di Nicea del 325 d.C.

Ma se mettiamo assieme tutti i puntini arriviamo a capire che l’apostasia di cui si parla in questo caso è un’altra. I versetti parlano infatti riferendosi alla presenza del signore Gesù, cioè stiamo parlando chiaramente degli ultimi giorni. I primi secoli dopo la morte di Gesù di certo non hanno nulla a che vedere con la parousia o presenza del Cristo. L’apostasia è quindi da mettere in relazione con la falsa religione solare sincretista, mondialista, che potrebbe essere rivelata mediante il Blue beam e che andrebbe a sostituire tutte le altre religioni.

Questa apostasia viene promossa dall’uomo dell’illegalità e, per questo, le due cose vengono messe in relazione nello stesso versetto. Parlando dell’uomo dell’illegalità si dice che si mette nel tempio di Dio e prende la sua adorazione. Si tratta infatti di una religione solare (666) imposta a tutti, pena il non poter più partecipare alle attività economiche.

Colui che agisce da restrizione non sono dunque gli apostoli ma è lo spirito di Dio che viene a mancare sulla congregazione durante il calpestamento di Gerusalemme. In particolare è con la metà della settimana e la morte dei due Testimoni lo spirito viene a mancare. Di segnale è l’espressione di Gesù che, poco prima di morire, chiede “Dio mio, perché mi hai abbandonato?”. Ormai conosciamo il parallelo tra la morte di Gesù e la morte dei due testimoni di Rivelazione 11.

Una volta mancante lo spirito e la protezione di Dio sul suo popolo ecco che si lascia via libera alle bestie, creature di Satana. Satana che, ricordiamolo, è cacciato sulla Terra dopo i primi tre anni e mezzo dei sette tempi e determina quindi i tre guai finali che portano alla distruzione della religione con lo scopo di iniziare la religione satanica mondiale.

A conferma del legame uomo dell’illegalità ultimi tre anni dei sette tempi ci sono gli ultimi versetti citati: “la presenza dell’illegale è secondo l’operazione di Satana”. E quale più grande operazione se non i tre guai.

Coloro che non accettano le verità necessarie alla salvezza vengono ingannati quindi da Satana e Dio permette dunque questa operazione di errore, affinché gli ingiusti vengano eliminati. Che non sia mai che questo capiti a noi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...