222 – Pace e sicurezza prima della grandine

Dato che le nostre analisi si riferiscono agli ultimi giorni, quelli che stiamo vivendo noi oggi, non possiamo mancare di considerare la profezia di pace e sicurezza che troviamo in 1 tessalonicesi 5.

leggiamo nei primi versetti del capitolo: “Ora circa i tempi e le stagioni, fratelli, non avete bisogno che vi si scriva nulla. Poiché voi stessi sapete benissimo che il giorno di Geova viene esattamente come un ladro di notte. Quando diranno: “Pace e sicurezza!” allora un’improvvisa distruzione sarà istantaneamente su di loro come il dolore di afflizione su una donna incinta; e non sfuggiranno affatto. Ma voi fratelli, non siete nelle tenebre, così che quel giorno venga su di voi come su dei ladri, poiché siete tutti figli della luce e figli del giorno. Noi non apparteniamo né alla notte né alle tenebre. Così, dunque, non continuiamo a dormire come fanno gli altri, ma stiamo svegli e siamo sobri. Poiché quelli che dormono sono abituati a dormire di notte e quelli che si ubriacano sono di solito ubriachi di notte Ma in quanto a noi che apparteniamo al giorno, manteniamoci sobri, avendo rivestito la corazza della fede e dell’amore e per elmo  la speranza della salvezza; perché Dio non ci ha assegnati all’ira, ma all’acquisto della salvezza per mezzo del nostro Signore Gesù Cristo. Egli morì per noi, affinché, sia che stiamo svegli o che dormiamo, viviamo insieme con lui. Perciò continuate a confortarvi gli uni gli altri e a edificarvi gli uni gli altri, come infatti state facendo.”

Si dice che quando diranno pace e sicurezza un’improvvisa distruzione sarà su di loro. Si parla inoltre di rimanere svegli, facendo un contrasto con coloro che dormono spiritualmente, richaiamando nuovamente alla mente l’illustrazione delle dieci vergini che abbiamo già commentato e che ci fa capire che molti chiamati non sono in realtà eletti, ma saranno lasciati indietro perchè crederanno agli inganni della bestia selvaggia, il falso profeta, e ai falsi cristi che questa presenterà.

Pace e sicurezza sarà quindi una dichiarazione che precederà la distruzione della falsa religione che avverrà per mano della bestia. I Testimoni di Geova mettono questo avvenimento all’inizio della grande tribolazione. Noi fissiamo invece la distruzione di Babilonia alla fine dei sette tempi di calpestamento di Gerusalemme. Questi sono infatti i tempi di calpestamento di Gerusalemme.

Per capire meglio il fatto che si tratta del periodo da noi indicato andiamo a leggere quanto si può trovare in Ezechiele capitolo 13: “E la mia mano è contro i profeti che vedono in visione falsità e che divinano una menzogna. Non resteranno nell’intimo+ gruppo del mio popolo, e non saranno scritti nel registro della casa d’Israele, e non verranno nel suolo d’Israele; e dovrete conoscere che io sono il Sovrano Signore Geova, per la ragione, sì, per la ragione che hanno sviato il mio popolo, dicendo: “C’è pace!” quando non c’è nessuna pace, e c’è uno che edifica un muro divisorio, ma invano ci sono quelli che lo intonacano di calcina’. “Di’ a quelli che intonacano di calcina che esso cadrà. Verrà certamente un rovescio di pioggia inondatrice, e voi, o chicchi di grandine, cadrete, e lo stesso soffio di turbini causerà una fenditura. Ed ecco, il muro deve cadere. Non vi si dirà forse: ‘Dov’è il rivestimento con cui faceste l’intonaco?’ “Perciò il Sovrano Signore Geova ha detto questo: ‘Di sicuro farò anche scatenare nel mio furore un soffio di turbini, e nella mia ira accadrà un rovescio di pioggia inondatrice, e nel furore ci saranno chicchi di grandine per lo sterminio. E certamente demolirò il muro che avete intonacato di calcina e lo porterò a contatto con la terra, e il suo fondamento dovrà essere esposto. Ed essa certamente cadrà, e dovrete pervenire alla fine in mezzo a lei; e dovrete conoscere che io sono Geova’.”

Qui viene collegato l’evento di pace e sicurezza alla grandine. Vi ricordate cos’è la grandine e a che evento si riferisce essa?  Si tratta della settima piaga d’egitto, ma è anche la piaga che viene lanciata contro Gog di Magog. Si tratta cioè dell’evento distruttivo finale che pone fine alla falsa religione.

La descrizione di Ezechiele parla della dichiarazione di pace e sicurezza come di un muro pericolante, che viene intonacato per farlo apparire più bello, ma che in realtà non può resistere alla grandine. Il fatto che la dichiarazione di pace e sicurezza preceda la caduta della religione ci fa capire che sarà una dichiarazione cui verrà dato in qualche modo un valore sacro e cui parteciperanno quindi i membri delle religioni oltre che i membri della politica.

Volendo dare una collocazione nel tempo, la grandine è al settimo anno. La dichiarazione di pace potrebbe essere quindi al settimo anno, cioè tra due anni, o prima. Per comprendere meglio come colloco gli anni leggetevi gli articoli precedenti con i quali sono arrivato a collocare l’inizio dei sette tempi alla fine del 2015.

Quale evento richiederà la dichiarazione di pace e sicurezza? Potrebbe essere lo scontro stesso tra re del nord e re del sud? Questo scontro determinerà la fine di Gog, e quindi in successione della falsa religione. Vedremo, con la consapevolezza del fatto che solo in fase di adempimento possiamo comprendere appieno le scritture.

Contrassegnato da tag

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...