188 – La grande tribolazione

C’è una storia che voglio raccontarvi. Ai tempi di Gesù gli apostoli gli chiesero quale sarebbero stati i segni della sua presenza e del termine del sistema di cose. Gli studiosi della Bibbia sono concordi nel dire che le parole di Gesù in risposta a questa domanda hanno due adempimenti futuri: uno la caduta di Gerusalemme e poi la fine del sistema in un periodo successivo, con la fine del mondo e una successiva ricreazione e ristabilimento. Alcuni non sono d’accordo e pensano che l’adempimento sia uno soltanto ma non riflettono sul fatto che la profezia di Matteo 24 è legata alle profezie di Daniele e a quelle del libro di Rivelazione, scritto successivamente alla distruzione di Gerusalemme del 70 d.C e che si riferisce quindi alla fine dell’intero sistema di cose e ai tempi che stiamo vivendo noi.

Leggetevi la narrazione di Matteo 24:3 e la domanda posta dai discepoli. La risposta di Gesù direi che è divisa in due parti. La narrazione è infatti divisa in due: una prima parte che termina con il versetto 14 e una seconda parte che narra della grande tribolazione. Ci interessa analizzare questa narrazione perché potrebbe riferirsi alla situazione che stiamo vivendo con il blocco di circolazione dovuto al corona virus: un vero e proprio assedio alle nostre libertà.

Analizziamo la prima parte del racconto di Matteo 24.

Ai versetti 4 e 5 di Matteo 24 Gesù avverte i discepoli del fatto che molti sarebbero venuti nel suo nome. Si parla poi di guerre e notizie di guerre, penuria di viveri, terremoti, ma questa, dice Gesù, non è ancora la fine. Indubbiamente negli ultimi due secoli abbiamo visto molte delle cose descritte e mi riferisco alle guerre mondiali, ma anche alle precedenti guerre napoleoniche e andrei su fino alla rivoluzione francese. Tutti eventi scatenati dalla bestia selvaggia, cioè da chi governa veramente il mondo: il sionismo esoterico mondiale o gli illuminati. Tutte le rivoluzioni e le guerre a partire dalla fine del 1700 sono state architettate seguendo un programma preciso che ha lo scopo di portare un nuovo ordine mondiale: un governo unico con una religione unica e una moneta unica a livello mondiale. Interessante da questo punto di vista la corrispondenza tra Pike e Mazzini, entrambi massoni e strumenti quindi degli Illuminati. Essi descrivevano le future tre guerre mondiali. La prima avrebbe avuto come obiettivo la Russia, la seconda avrebbe stabilito Israele come nazione e la terza avrebbe portato come risultato la secolarizzazione degli arabi. Dopo di che sarebbe stato provocato un disastro sociale di enormi proporzioni con lo scopo di portare alla fame le masse e utilizzarle per instaurare il Nuovo Ordine Mondiale.

A proposito del fatto che sarebbero sorti molti che sarebbero venuti in base al nome di Gesù e avrebbero sviato molti, si può facilmente fare riferimento ai Protocolli dei Savi di Sion in cui viene descritta la necessità da parte del potere di creare nuove religioni, cosa che avvenne nel 19° secolo, per allontanare un numero di persone il più elevato possibile, dalla Cristianità. Ecco quindi nascere in quel periodo molte religioni quali i Mormoni, i Testimoni di Geova, gli Avventisti…Religioni che ebbero un buon successo perché sembravano ristabilire i valori morali perduti dalla Cristianità ma che in realtà non erano altro che una forma di controllo della popolazione.

Gli Illuminati hanno poi, nel corso dei millenni, preso completo possesso dell’autorità di emettere moneta, approfittando della sostanziale ignoranza di chi era al potere nelle questioni economiche. Facendo questo, i discendenti dei cambiamonete dei tempi di Gesù, figli di vipere (da qui i rettiliani di Yicke) secondo Gesù stesso (Matteo 23:33), ( facenti parte dell congregazione di Satana), hanno acquisito la possibilità di prestare denaro con interesse avendolo stampato dal nulla. Questa gente in pratica stampa denaro dal nulla e ce lo presta avendolo noi pagato col nostro lavoro e restituendolo con gli interessi del debito pubblico. Da qui la carenza di cibo, la fame, che deriva da ciclici disastri economici artificialmente provocati come quello che stiamo sperimentando in questi giorni.

Ma arriviamo ora alla seconda fase di Matteo 24. Il versetto 15 inizia col dirci: “Perciò, quando scorgerete la cosa disgustante che causa desolazione, dichiarata per mezzo del profeta Daniele, stabilita in un luogo santo (il lettore usi discernimento) allora quelli che sono nella Giudea fuggano ai monti.” Ai versetti 21-24 continua dicendo: “Poiché allora ci sarà grande tribolazione come non è accaduta dal principio del mondo fino ad ora, no ne accadrà più. Infatti a meno che quei giorni non fossero abbreviati, nessuna carne sarebbe salvata; ma a motivo degli eletti quei giorni saranno abbreviati. Allora se qualcuno vi dice :’Ecco il Cristo è qui, O è la,’ non lo credete. Poiché sorgeranno falsi Cristi e falsi profeti che faranno grandi segni e prodigi da sviare, se possibile, anche gli eletti”.

Cosa possiamo capire da queste parole?

Analizziamo quale fu il primo adempimento, quello relativo alla distruzione letterale di Gerusalemme perché questo ci consentirà di trovare dei paralleli. La profezia è infatti una sola per due avvenimenti, che avvengono quindi in modo differente, in tempi differenti, ma secondo una scaletta analoga.

Nel 66 d.C arrivò a Gerusalemme l’esercito romano con Cestio Gallo e pose l’assedio a Gerusalemme. I cristiani riconobbero in quel momento la cosa disgustante posta in un luogo santo. Le insegne degli eserciti romani infatti rappresentavano il sole e idoli solari. Questi erano posti in un luogo santo in quanto impedivano il sacrificio quotidiano nel tempio della città circondata.

L’adorazione solare è sempre stata la religione della bestia elvaggia. Nimrod, deificato poi come dio sole, adorava il sole e promosse la costruzione della torre di Babele che sarebbe servita al raccoglimento e al controllo della intera popolazione del mondo. Dunque fin dagli inizi della storia umana è andata così: il serpente ha cercato il completo controllo mentale delle masse per portarle all’adorazione solare.

Dunque, dicevamo, i cristiani quando videro le insegne solari che bloccavano il sacrificio quotidiano, capirono che stava iniziando l’adempimento delle parole di Gesù e che presto avrebbero dovuto fuggire ai monti. Ma come? Incredibilmente Cestio Gallo venne richiamato a Roma. L’assedio venne velocemente smontato e le truppe si prepararono al ritorno. Gli Ebrei sotto assedio non credettero ai loro occhi. Armi in mano uscirono e abbatterono un buon numero di soldati romani che subirono una sonora sconfitta.

I cristiani invece si prepararono e fuggirono ai monti di Moab a Pella, dove rimasero accampati per 4 anni. Fu un tempo lungo e sicuramente si saranno chiesti se la loro interpretazione della profezia fosse corretta dato il grande sacrificio cui si erano sottoposti. Tuttavia uscire subito si rivelò essere la salvezza. A Gerusalemme un periodo di sommosse e sconvolgimenti sociali rese via via più difficile abbandonare la città che era controllata dagli estremisti.

Quattro anni più tardi Gerusalemme venne attaccata dagli eserciti di Tito e distrutta. Un milione di persone persero la vita. Si trattò del giudizio divino contro l’Israele apostata che aveva ormai una adorazione formale e pagana.

Interessante è il fatto che la grande tribolazione di cui parla Gesù viene abbreviata affinchè gli eletti possano salvarsi. La grande tribolazione dunque precede la distruzione finale che è morte ma non più tribolazione.

Vediamo a questo punto l’applicazione moderna, che dovrebbe interessare tutti noi visto che tutti siamo in quarantena forzata, chi più chi meno, ma in tutto il mondo ne stiamo subendo le conseguenze.

La quarantena è un assedio mondiale dei governi contro la popolazione e il coronavirus è solamente lo strumento pratico utilizzato per ottenere questo effetto. Le informazioni che ci arrivano mi fanno infatti credere sempre di più che i problemi respiratori siano attivati dalle radiazioni 5g e che le morti siano per lo più da associarsi ad età avanzata, patologie pregresse e, in parte, ad eccesso di medicamentazione da parte dei medici negli ospedali. Vengono infatti utilizzati antivirali pesanti del tipo di quelli utilizzati per la malaria e per l’HIV. Un organismo già debilitato viene quindi messo in crisi dalla tossicità di questi medicinali.

I governi rappresentano la cosa disgustante in un luogo santo. Si tratta infatti della bestia con sette testa e dieci corna che viene descritta in Rivelazione capitolo 13. Questa bestia è il sionismo esoterico e le dieci corna sono la totalità dei governi mondiali nelle loro mani. La cosa disgustante si riferisce a ciò che è ripugnante dal punto di vista dell’adorazione di Geova. Il termine ebraico è usato per definire pratiche idolatriche immonde. Quando Israele si era messo ad adorare gli idoli disgustanti delle nazioni vicine (molto spesso idoli solari) venne rigettata dal loro dio Geova. I governi promuovono un pensiero centralizzato idolatrico. Lo stato e la falsa scienza eliocentrica sono promosse da tutti i governi del mondo e tutti si devono adeguare. Mai come in questi giorni ci rendiamo conto della mancanza di libertà, anche di parola, che ci rende sempre più difficile trasmettere la verità.

Questa quarantena forzata è dunque la grande tribolazione, che deve essere abbreviata perché gli eletti possano fuggire. Ma fuggire da dove? Se questa tribolazione non fosse abbreviata in effetti nessuna carne si potrebbe salvare come dice Gesù perché arriveremmo filati alla distruzione finale senza aver dato agli eletti la possibilità di purificarsi dalle loro pratiche religiose idolatriche. In Daniele 8:13,14 si parla di un lungo processo di purificazione da parte degli eletti: “Udii un santo parlare e un altro santo dire a quello che parlava: «Fino a quando durerà questa visione: il sacrificio quotidiano abolito, la desolazione dell’iniquità, il santuario e la milizia calpestati?». Gli rispose: «Fino a duemilatrecento sere e mattine: poi il santuario sarà rivendicato»”. I due santi di Daniele corrispondono ai due santi di Rivelazione 11 e ne parleremo in seguito.

Il fatto che la cosa disgustante sia posta in un luogo santo appare chiaro se consideriamo il fatto che tutti i luoghi di culto a livello mondiale sono chiusi e non è possibile riunirsi per l’adorazione. Dunque il popolo di Dio deve uscire da Babilonia, cioè da qualsiasi organizzazione religiosa di cui facciano parte. Tutte le organizzazioni religiose infatti hanno in qualche modo promosso l’idolatria, nella forma per esempio dell eliocentrismo.

Quale segnale sveglierà gli eletti affinchè escano? Non posso dirlo con certezza ma i versetti di Matteo 24 sembrano darci delle indicazioni. Matteo 24:23 infatti recita: “Allora se qualcuno vi dice: ‘Ecco il Cristo è qui.’ ,o: ‘E’ la!’ non lo credete.”

Dunque dopo aver spiegato che quei giorni sarebbero stati abbreviati Gesù spiega che sarebbero sorti dei falsi Cristi che avrebbero fatto segni e prodigi tali da ingannare, se possibile, anche gli eletti. Conoscete il progetto Blue Beam? Ne avete mai sentito parlare? Ebbene dovreste analizzarlo. Non perché io lo consideri assolutamente vero, ma perché è verosimile e qualcosa del genere potrebbe essere nei piani delle élite.

Questo progetto venne rivelato nel 1994 dal giornalista  canadese Serge Monast, che morì un paio di anni dopo in circostanze non così chiare. Egli rivelò che un piano delle élite era quello di far saltare le convinzioni spirituali delle masse con un progetto che prevedeva, tra le altre cose, un progressivo scardinamento delle certezze storiche su ci si basano le religioni tradizionali ed un successivo programma olografico di proiezione nei cieli di immagini religiose spettacolari di cristi e di profeti che avrebbero invitato le persone a rivedere le loro convinzioni  religiose e spirituali. Successive operazioni psicologiche di supporto dovrebbero avvenire con radiazioni elettromagnetiche interferenti con le nostre menti. Tutto questo sembrerebbe coincidere con le parole di Gesù, che ne dite? Io non so quanto spettacolare, quanto diffusa o reale sarà questo programma di proiezione, se ci sarà qualcosa di meno evidente e più psicologico come l’attuale pandemia di Covid, ma qualcosa potrebbe accadere e dare quindi la sveglia agli eletti. Alcuni verranno ingannati evidentemente ma molti capiranno che è il momento di uscire. Dove dovranno andare una volta usciti dalle rispettive organizzazioni religiose? Lo vedremo nei prossimi articoli.

3 pensieri riguardo “188 – La grande tribolazione

  1. Sei sicuro di esporti in questa maniera?
    Anni passati all’interno della WTS dovrebbero averti insegnato quanto sia rischioso e poco saggio (ma neppure discreto e prudente) predire eventi futuri.

    Saluti,
    JWTruman

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...