Il Nuovo Ordine Mondiale

Articolo N. 52

 N.W.O. Introduzione

Essere il popolo eletto. Questo è il punto cruciale. Il popolo d’Israele ha da subito nutrito la convinzione di avere la benedizione divina e di essere destinato al regno. Fin dalle origini, cioè a partire dalla benedizione e dalla maledizione di Noè, ricadute rispettivamente su Sem e su Canaan.

Maledetto sia Canaan, divenga l’infimo schiavo dei suoi fratelli. Benedetto sia Geova, l’iddio di Sem, e Canaan divenga il suo schiavo.

Genesi 9:25-26 stabilisce da subito priorità e preferenza. Sem viene immediatamente a trovarsi nella luce divina. L’antropologo e storico delle religioni Emile Durkheim, lui stesso ebreo, nel libro Le forme elementari della vita religiosa: il sistema totemico in Australia scrive: “Le forme più alte del pensiero religioso non possono essere comparate con le più basse, senza abbassare le prime al livello delle seconde. Alcune religioni mettono in gioco funzioni mentali più elevate, più ricche di idee e sentimenti, comprendono un numero maggiore di concetti, un numero minore di sensazioni. Il loro sistema è più elaborato e hanno una spiritualità più alta”. Il dono gettato su Sem fu di questo tipo: una spiritualità particolarmente elevata.

Anche ad Abramo, discendente di Sem, furono fatte grandi promesse di benedizioni eterne. Melchisedec, sacerdote dell’Iddio Altissimo, gli venne incontro con pane e vino e lo benedisse. In seguito Dio stesso si rivolse a lui dicendo:”Ecco il mio patto è con te…e da te usciranno dei re.” E poi ancora: “Io di sicuro ti benedirò e di sicuro moltiplicherò il tuo seme come le stelle dei cieli e come i granelli di sabbia del mare e il tuo seme prenderà possesso della porta dei suoi nemici.” (Genesi 17:4-6; 22:17)

Questo è storia e storia vuol dire continuità. Naturalmente poi ci furono i risultati e le conseguenze. Questo popolo “superiore e benedetto”, man mano che si diffondeva nel mondo mischiandosi con le altre nazioni, impercettibilmente cambiava. Questo perché non riusciva a mantenere nel tempo la stessa capillare spiritualità e si adulterava.

Perciò di fronte a lui Dio poneva la benedizione ma anche la maledizione. Se avessero ascoltato la voce del loro Dio, allora Geova li avrebbe posti in alto, al di sopra di tutte le altre nazioni della terra. “Oggi pongo davanti a te la vita e il bene, e la morte e il male.” E anche: “Veramente io prendo oggi a testimoni contro di voi i cieli e la terra, che ti ho messo davanti la vita e la morte, la benedizione e la maledizione.” (Deuteronomio 28:1; 30:15, 19)

Ciò che accadde fu un popolare degeneramento. Essi cominciarono a pensare in termini materialistici, a credere veramente di dover governare la terra. Oggi l’egemonismo ebraico è al governo del mondo. In Russia, in un certo periodo di tempo, solo il 5% della popolazione circa era di origini giudaiche ma questo 5% occupava più del 90% delle posizioni chiave nelle istituzioni, nel mondo della cultura e nei posti di comando.

La realtà oggettiva di questo fenomeno, che è evidente non solo in Russia ma all’interno delle amministrazioni degli stati d’Europa, d’America, e di tutto il mondo non solo occidentale, continua ad essere disconosciuta dalla grande maggioranza della cosiddetta opinione pubblica. Ormai tutta la società moderna è asservita alle direttive della causa ebraica. Tutto il sistema finanziario mondiale è sotto il loro controllo. Sono questi banchieri i veri responsabili della soppressione della verità in ogni settore delle attività e del pensiero della vita umana e sociale.

I principali organi d’informazione sono nelle mani di ebrei. Grandi registi come Stanley Kubrick, Steven Spielberg, Woody Allen sono ebrei. Famosi  giornalisti come Gad Lerner, Saviano, Mieli, Mentana, Mimun o Augias lo sono. Famosissimi scienziati come Einstein, Freud, Niels Bohr, Gustav Hertz, Rita Levi Montalcini e tanti altri sono ebrei. Aggiungo Fermi Enrico, marito di un’ebrea. Tutto questo non stupisce. La tradizione culturale interna all’ebraismo fu sempre di livelli altissimi.

Tantissimi tra i grandi capi di governo sono di origine ebraica, o per lo meno imparentati con ebrei per via di matrimonio. I matrimoni tra antiche famiglie aristocratiche e famiglie dell’alta finanza ebraica sono comuni nel tempo. Per esempio la figlia maggiore di Trump è sposata con l’erede di una antica famiglia ebraica. Similmente la figlia di Al Gore. Anche in Italia, all’interno della famiglia Agnelli avviene lo stesso fenomeno. Margherita, figlia di Gianni, sposava nel 1975 Alain Elkann, figlio di Jean-Paul Elkann, banchiere industriale e rabbino.

La maggior parte delle più importanti figure politiche dello scacchiere internazionale non solo di oggi sono di origine ebraica. Kissinger era un ebreo. Anche la madre di Macron è un’ebrea. Sarkozy e Carla Bruni hanno un pedigree ebraico. Helmuth Kohl, il cui vero nome è Hennoch Kohn, è di famiglia giudaica. Fu lui a sponsorizzare “Rebbekah Dorothea Kasner, alias Angela Merkel”, anche lei “figlia di un pastore giudaico”, guidandola nei labirinti del potere.(http://www.cieliparalleli.com/appunti-di-cronaca/2016-06-13-12-05-51.html) Tutto evidentemente riconduce a un certo filone sionista che pervade la generalità dei governi del mondo. Anche in Italia lo stesso fenomeno è più che evidente.

Sionismo e Bolscevismo sono di fattura ebraica e hanno lo stesso obiettivo: un nuovo ordine mondiale sotto il dominio ebraico. Uno studioso scrive: “Una cerchia ristretta di 300 uomini che si conoscono fra di loro governano e controllano il destino del continente europeo.” Walter Rathenam  (1867-1922)

Facciamo quindi qualche esempio tra le grandi figure storiche del Novecento. Churchill fu per sua stessa ammissione un sionista radicale. Anche le origini ebraiche-talmudiche del comunismo sono evidenti dal fatto che Carlo Marx era un ebreo. Anche Lenin. Il comunismo fu guidato dagli ebrei e non solo in Russia ma negli Stati Uniti d’America (Il caso Rosemberg), Canada, Africa o Australia.

Perciò non stupisce che gli ebrei abbiano da lungo tempo forgiato, pianificato ed attuato il Nuovo Ordine Mondiale, un sistema politico alternativo al regno messianico del Cristo, un sistema in cui essi si sono autoeletti classe dirigente di tutto il mondo.

Moses Hess, fondatore del partito Social-Democratico tedesco e sionista convinto, scrisse: “L’ideale degli ebrei deve essere uno stato messianico per rendere il mondo conforme al piano divino”. Perciò gli ebrei hanno preso il pieno controllo dell’intero pianeta ritenendo di fare questo a compimento di una profezia biblica e di essere ratificati da Dio.

Il Nuovo Ordine Mondiale è un mostro simile all’idra che agisce su tutti i fronti: comunismo, socialismo, liberalismo, sionismo, massoneria e religione. Questo è un modo per mascherare l’egemonia dei banchieri. Il denaro è sempre il movente principale di tutte le umane attività e la base di ogni potere. I banchieri controllano il mondo. Il loro ruolo è quello di un monarca assoluto.

Anche alcune religioni fondamentaliste di stampo cristiano-evangelico e millenarista entrano in questo discorso. Tratterò prossimamente dell’argomento con particolare riguardo al percorso storico della Watch Tower. Alla prossima.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...