I Testimoni di Geova e la privacy – parte 2

Articolo 34.

Nel primo articolo riguardante la privacy ho raccontato come l’organizzazione dei Testimoni di Geova abbia ignorato qualsiasi accorgimento nel mantenere riservati dati personali sensibili. Ho fatto l’esempio della corrispondenza che mia madre ha avuto con la Betel e che dalla betel è stata mandata ad un sorvegliante affinchè la utilizzasse nella sua opera pastorale nei miei confronti. A loro volta gli anziani della mia congregazione hanno richiesto agli anziani della congregazione di mia madre la lettera mandata a lei dalla betel per poterla utilizzare contro di me. Questa lettera conteneva dati sensibili.

Ma cosa sono i dati sensibili?

I dati sensibili sono dati particolari relativi ad un soggetto che potrebbero essere utilizzati per discriminarlo.

Secondo il Codice sulla protezione dei dati personali (d. lgs. 196/2003), sono considerati dati sensibili i dati personali idonei a rivelare:

l’origine razziale ed etnica,

le convinzioni religiosefilosofiche o di altro genere,

le opinioni politiche,

l’adesione a partitisindacatiassociazioni od organizzazioni a carattere religioso, filosofico, politico o sindacale,

lo stato di salute e la vita sessuale.

In che senso potrebbero essere utilizzati in modo discriminatorio? Supponiamo che una persona aderisca ad opinioni politiche di estrema destra. Durante un colloquio di lavoro questa persona si trova di fronte ad un responsabile che ha opinioni politiche opposte e che quindi parte con forte pregiudizio durante l’intervista. Alla fine la persona non viene assunta. In un rapporto di lavoro è evidente che una persona dovrebbe essere assunta esclusivamente per le sue capacità professionali e non per le proprie opinioni politiche o filosofiche. Pensate quanto tossico potrebbe diventare altrimenti un ambiente di lavoro. Il GDPR afferma che in generale questi dati non vanno gestiti e comunque serve il consenso esplicito.

Ecco quindi che credere che la Terra sia piatta è in effetti un dato sensibile, in quanto opinione scientifico-filosofica e anche religiosa. Il fatto che questa idea possa essere trattata in modo discriminatorio mi è stato evidente dal trattamento che ho ricevuto in congregazione una volta che questo si è saputo. Ho perso i privilegi e le cose sono andate avanti fino al punto che mi sono dovuto dissociare.

E’ dunque evidente che i testimoni di Geova trattano dati sensibili di tutti noi e senza alcun accorgimento particolare. Di quante persone per esempio la vita sessuale è stata rivoltata come un calzino e quante lettere di corrispondenza con la Betel sono state inviate trattanti questi argomenti. Di queste lettere non si potrà mai avere la certezza assoluta che sono state distrutte.

Ma ho fatto una scoperta interessante. I documenti sensibili possono essere trattati solo con l’autorizzazione del soggetto interessato e con l’autorizzazione del Garante della privacy. Fino al maggio del 2018, momento in cui è entrato in vigore il nuovo regolamento sulla privacy il consenso non veniva richiesto ma tacitamente si considerava come dato al momento del battesimo. La Watchtower non aveva dunque nulla di scritto in questo senso.

Ma la questione interessante è il consenso del Garante. Nel 2000 la Congregazione dei Testimoni di Geova ha fatto richiesta a Rodotà per avere l’autorizzazione al trattamento dei dati sensibili dei propri adepti. Il Garante Rodotà a rifiutato in quanto i Testimoni di Geova non sono tra quelle religioni che hanno stipulato accordi con lo Stato.

Allego il link del documento scaricabile in pdf. Analizzatelo bene perchè io quando l’ho visto ho strabuzzato gli occhi dallo stupore.

https://www.garanteprivacy.it/web/guest/home/docweb/-/docweb-display/docweb/1085106

Dunque per decenni i Testimoni di Geova hanno trattato impunemente dati sensibili in modo non lecito. La cosa interessante è che la maggioranza dei Testimoni di Geova non ha mai considerato questo come un abuso. Viene fatto loro credere che ogni sopruso è fatto per il loro bene.

Ma per concludere cito Isaia 3:4,5: “E certamente farò di ragazzi i loro principi, e il semplice potere arbitrario dominerà su di loro.   E le persone in effetti si tiranneggeranno l’una l’altra, sì, ciascuno il suo prossimo. Inveiranno, il ragazzo contro il vecchio, e chi è poco stimato contro chi è da onorare.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...