Il numero 666

Articolo N. 33

Molti tendono ad attribuire al numero 666 un valore spregiativo. Facilmente  si ricollegano al versetto 13:18 dell’Apocalisse dove il numero è associato a quello della bestia. Lì si legge: “Qui sta la sapienza: Chi ha intelligenza calcoli il numero della bestia selvaggia, poichè è un numero d’uomo; e il suo numero è seicentosessantasei.”

Perciò vi chiederete cosa la bestia selvaggia rappresenti. Molti studiosi dell’argomento la collegano al potere politico. Infatti quel numero viene associato alla divinità solare  e alle varie potenze politiche. I governanti del mondo, e Satana in prima fila, preferiscono indubbiamente che si adorino le divinità solari piuttosto che il Creatore. Per raggiungere lo scopo il sole viene posto al centro dell’universo. Questo è il motivo fondamentale per cui la terra viene descritta come un globo.

A dimostrare con un esempio la veridicità di questa situazione basterebbe pensare alla Madonna Nera venerata in molte chiese della cristianità. Si tratta di un’antica rappresentazione della dea egiziana Isis che tiene sulle ginocchia il piccolo Horus, il dio sole. Il bambino tiene in mano il globo. Questo simbolo era in origine il disco solare.

http://Eratosthenes’ experiment proves the earth is flat

Ma ritorniamo a considerare il controverso numero 666. Per addentrarci nell’argomento torneremo alle origini.  Nell’antichità un famoso scienziato di nome Eratostene volle misurare la circonferenza della terra e il suo raggio ed ottenne un valore di 6378 km. Abbiamo già dimostrato in un articolo in inglese
Eratosthenes’ experiment proves the earth is flat (che sarà presto reso disponibile in lingua italiana) che, su una geometria piana, Eratostene non misurò il raggio della terra ma l’altezza del sole sopra la terra. Come abbiamo già esposto in passato, l’altezza del sole deve essere espressa con il numero 6660 km che ne descrive il frattale maggiore e consente di armonizzare i principi di matematica onnipresenti nella geometria della terra.

Di conseguenza, tutte le organizzazioni politiche e religiose che pongono il sole al centro del cosmo sono incluse nella descrizione che la Bibbia tratteggia della bestia selvaggia. Ogni azione intrapresa nel corso della storia con lo scopo di imporre e preservare l’idea che il sole sia il vero corpo centrale nel nostro universo appartiene alla sfera d’azione della bestia. Indipendentemente da chi risulti essere l’autore di questa iniziativa, si tratterà sempre di un’impresa che reca impresso lo stesso sigillo, quello della bestia selvaggia a cui si fa riferimento nel libro di Apocalisse. Così finiamo con lo scoprire che il numero 666 è il numero del sole, un numero che fu sempre volutamente tenuto nascosto. Similmente 666 è il numero della bestia che crea e mantiene viva l’icona del globo  e promuove l’adorazione del sole.

In realtà il numero 666 è un numero del tutto particolare, un multiplo di 111. Sono, questi numeri, anche conosciuti come repeated units o numeri Demlo e danno vita a una matematica molto particolare. Ricordiamo che le misure del tempio di Salomone erano tutte basate su una unità di misura di questo genere. Si tratta del cubito che aveva un valore di 44,4 centimetri.

Molte unità di misura menzionate nella Bibbia sono espresse secondo questo genere di proporzione. Le misure dell’arca del patto erano multipli di 111. Essa misurava in centimetri 111 x 66,6 x 66,6 mentre in cubiti 2,5 x 1,5 x 1,5 (Cfr. Esodo 25:10).

Il cubito é dunque alla base di tutto il sistema di misura usato nella Bibbia. Gesù se ne servì perfino come unità di misura per il tempo quando disse: “Chi di voi può, essendo ansioso, aggiungere un cubito alla durata della sua vita?” (Mat 6:27) La maggioranza delle unità di misura dei tempi biblici sono multipli di 111.

Misure per liquidi Misure per aridi Misure lineari
Cor   220 litri Homer  220 litri Cubito 44.4 cm
Bat     22 litri Efa      22 litri Spanna  22.2 cm
     
             

Questi dati sono presi dall’appendice B14 della Traduzione del Nuovo Mondo delle Sacre Scritture del 2013. Per il cubito mi riferisco alle indicazioni date nel libro Perspicacia nello Studio delle Scritture. Sulla base di un’iscrizione trovata in un tunnel costruito dal re Ezechia si ricava un’accurata misura del cubito espressa in cm 44,4.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...