Alcune notazioni strettamente personali

Articolo N. 22

Ho dedicato tutta me stessa alla ricerca della verità, alla scoperta del senso della vita. La mia fuoriuscita dall’organizzazione dei Testimoni di Geova, all’interno della quale ho militato per quarant’anni, è oggi l’aspetto fondamentale del mio profilo. Ed è un fatto non solo esteriore ma profondamente interiore. Questa mia presa di posizione rientra, tra l’altro, nella mia lotta per il conseguimento di un pensiero autonomo, di una fede nella libertà. Per questo ho combattuto con determinazione e ho rotto con tutto ciò che  mi sbarrava la strada. Ho dovuto superare tutto ciò che mi tratteneva dal realizzare  il compito assegnato. Avevo in me sufficiente forza di volontà per tirare dritto verso la mia meta. La mia indole è in certi casi quella del guerriero.

Ho avuto spesso la piena consapevolezza di una vocazione. Ci sono stati momenti di grande crescita in cui  ho vissuto improvvisi episodi di estasi. Per spiegare uno degli avvenimenti più importanti della mia vita è necessario che io spenda alcune parole.  Nell’ottobre 2015 mi sono imbattuta nella scoperta della terra “piatta” e sono rimasta sbalordita. Ho incominciato a studiare l’argomento,  stavo sui libri di notte fino alle due.  Mi sono subito resa conto che la terra non è un globo. Ho telefonato e scritto alla Betel di Roma. Invano. Mi giunse una risposta arrogante e intimidatoria. Nessuna spiegazione scritturale ma solo cavilli.

Allora cominciai a capire il profondo significato del primo capitolo di Ezechiele, un’altra pietra miliare nel mio percorso. Da allora mi sono sentita pervasa da un  indicibile senso di gioia e di felicità, più di quanto io avessi sperimentato prima. Mi rendevo conto di aver raggiunto una maggiore  consistenza spirituale. Tutta la mia vita era cambiata. Avevo fatto un balzo in avanti. A quel punto mi interessava esprimere e gridare  al mondo quello che un flusso interiore mi rivelava come verità. E questo flusso spirituale finì con l’assegnarmi un compito preciso: “Adesso puoi misurare la terra”.

Di lì sono iniziati tre anni di intenso studio e di ricerca. Sono apparsi sullo schermo della mia mente i primi modelli della conformazione della terra. Attraverso espressioni generalmente enigmatiche venivo indirizzata in uno studio scientifico nel quale, di per sè, non avevo nessuna competenza. Di astronomia ero assolutamente digiuna. Di fisica, chimica, elettrodinamica avevo pochi ricordi che risalivano ai tempi del liceo. Per fortuna potevo appoggiarmi sulle competenze scientifiche di mio figlio che fa l’ingegnere.

Man mano che le ricerche proseguivano, dettaglio su dettaglio, cominciavo a capire meglio le scritture. La Bibbia mi si rivelava come un libro più unitario e man mano più comprensibile. Nel mio lavoro  c’è molto che non viene da me. Venivano fuori i veri significati di concetti fondamentali come il modello cosmico del tempio, la durata della generazione di Matteo 24, la bestia selvaggia e la sua immagine, il numero 666,  le profezie su pace e sicurezza, Gog di Magog, il re del Nord e il re del sud. Un momento fondamentale fu arrivare a capire il significato della profezia di Apocalisse al capitolo 11 a proposito dei due testimoni vestiti di sacco. Di lì si arriva a capire la scansione cronologica di importanti avvenimenti, come l’insediamento al potere del regno di Dio.

L’esito di questo rivolgimento interiore fu di ritrovarmi con una maggiore forza spirituale e un bagaglio di competenze che non avrei mai potuto immaginare di possedere. Ho riconosciuto dentro di me la forte presenza dello spirito che costantemente mi consiglia e mi guida. Mi sono liberata dal senso di paura che talvolta mi impediva di esprimere completamente un pensiero  anticonformista e non allineato. Nella percezione comune c’è questo: un pensatore quindi un matto. Ma adesso percepisco in me un bastante senso di libertà che mi permette di non farci caso.

Sono sempre stata indifferente a molte cose. I giudizi delle persone hanno potuto sfiorare soltanto la parte più superficiale del mio essere. So stare all’opposizione e reggo bene il conflitto. Questa è la mia cifra.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...